Amélie Nothomb a Roma
2017-07-11 18:30:00
Isabella Mattazzi dialoga con Amèlie Nothomb - letture di Eliana Miglio
Martedì 11 Luglio 2017
ore 18:30
presso La Feltrinelli - Galleria Alberto Sordi 33 - 00187 Roma
Isabella Mattazzi dialoga con Amèlie Nothomb - letture di Eliana Miglio


Libreria Mondadori - Tu dentro di me
2010-02-15 18:30:00
Il 15 febbraio alle 18,30 presso la libreria Mondadori di Corso Vittorio Emanuele II a Milano, il prof. Umberto Veronesi presenta Tu dentro di me di Emilia Costantini, romanzo edito da Aliberti, con la prefazione di Dacia Maraini, dove per la prima volta si affronta il tema della maternità surrogata.
Eliana Miglio leggerà dei brani del romanzo, il giornalista del Corriere della Sera Mario Pappagallo, esperto di sanità, modera l’incontro.
Il tema è di bruciante attualità. Ricorrere alle pratiche di procreazione assistita, nelle loro diverse e complesse declinazioni, è sempre più frequente. Tuttavia, la legislazione in materia in Italia è ancora molto rigida, nonostante le recentissime modifiche della Legge 40. Ciò può comportare delle difficoltà ulteriori alle coppie che hanno necessità di accedere a tali pratiche. Ecco allora l’affermarsi di un altro fenomeno inquietante: il turismo procreativo. Con Tu dentro di me, dunque, si vuole risvegliare le coscienze, dando luogo a un aperto e franco dibattito.


Capalbio Libri
2009-07-31 10:04:04



Le Cortigiane - Roma
2008-11-12 18:30:36



Giuseppe Scaraffia - Presentazione di "Cortigiane. Sedici donne fatali dellOttocento"
2008-10-22 18:30:34



Giovanna Nuvoletti a Uno scrittore un'estate
2008-07-26 17:00:00

Il romanzo racconta, attraverso le parole dei protagonisti, i miti nati in uno dei luoghi simbolo degli anni Cinquanta e Sessanta, La Capannina, minuscolo locale della costa versiliana, osservatorio di lusso sulla storia e sul costume italiani in cui si compì il definitivo passaggio di consegne dalla vecchia, altissima aristocrazia alla nuova sfacciata ricchezza della borghesia imprenditoriale.

Il conte Giovanni Nuvoletti Perdomini, amava raccontare a sua figlia le storie meravigliose e a volte maliziose di una volta, quando l'eleganza era eleganza vera, gli aristocratici erano il massimo dell'umanità, e le signore erano assai capricciose. Un mondo che ora non c'è più, ma rivive nelle pagine di questo romanzo. Dove, spesso sullo sfondo della Capannina, rifugio esclusivo della crème della società italiana degli anni '30, cominciano a intrecciarsi le storie dell'irresistibile Nicolas dagli occhi turchesi, amico intimo di Edda Ciano e di Umberto di Savoia, dell'ingenua e bellissima principessa Stefanella, della potente Andreola, della cinica e perfida Olimpia, simboli irraggiungibili di un privilegio ormai impensabile. Nel frattempo, i giovani Agnelli cominciano a mostrare la loro intraprendenza, e Italo Balbo si lascia scioccamente involare un'amante. Più avanti, nei vitalissimi anni '50 e '60, quando ancora i sarti non sono stilisti e le signore vestono Tizzoni, Curiel e Marucelli, l'incontrastata regina delle feste è la stupenda Adriana, moglie separata di Nicolas, circondata da amiche folli e raffinate quanto lei, e da una profusione di innamorati ricchi e potenti. Tradimenti, scandali, grandi divertimenti e atroci tragedie. Finché toccherà a Flora, figlia di Nicolas e Adriana, incontrarsi e scontrarsi coi resti di un'eleganza che man mano sparisce. Il fascismo e il dopoguerra, il boom e il '68, il rampantismo e il nichilismo odierno scorrono come davanti a una cinepresa, sull'onda di una scrittura  ironica ma insieme intrisa di nostalgia, che ricostruisce alla perfezione le voci , i tic, le debolezze, i modi di dire dei protagonisti delle varie epoche, fino ad arrivare ai radical chic e agli intellettuali della Capalbio di oggi.

GIOVANNA NUVOLETTI è nata a Milano nel 1942. Giornalista, fotografa di pubblicità e cronaca, i suoi articoli di costume sono apparsi su «Marie Claire», «Linus», «King» e vari altri periodici. Tiene una rubrica sul mensile «Rolling Stone». Ha tre figli e sei nipotini.




Anteprima di Uno scrittore unestate
2008-07-12 19:30:41

Ritorna la rassegna “Uno scrittore un’estate”, con un’anteprima d’eccezione dedicata al libro “La grande invasione delle rane” di Eliana Miglio, una delle più interessanti rivelazioni letterarie degli ultimi anni.

Per il settimo anno verranno presentati i più importanti libri e protagonisti della vita culturale ed istituzionale del Paese, con una particolare attenzione all’universo femminile.

L’iniziativa avrà inizio il 18 luglio, nella sua location storica di Piazza Magenta a Capalbio e verrà presentata il giorno prima (17 luglio) alle ore 11.30 a Roma, presso la  Casa delle Letterature, con la presenza di rappresentanti delle Istituzioni e della Cultura, tra cui il Sindaco di Capalbio Lucia Biagi.

L’evento del 12 luglio è infatti un’anteprima eccezionale che fa da apripista alle tante scrittrici che ci faranno compagnia anche nelle prossime settimane nel contesto della rassegna, come autrici e come ospiti, per esplorare i rapporti tra donne e società. Anche la scelta di aprire per la prima volta la manifestazione con un romanzo e non con un saggio si iscrive in questo omaggio alla, sempre migliore, letteratura femminile italiana.

Cornice d’eccezione L’Ultima Spiaggia, a Chiarone in cui, alle ore 17.30, l’attrice e scrittrice Eliana Miglio presenta il suo primo  romanzo “La grande invasione delle rane” (Edizione Fazi).

Eliana Miglio è apprezzata attrice televisiva e cinematografica che alterna con successo le fatiche attoriali con quelle di autrice letteraria. Con la sua  scrittura fresca e vibrante ha costruito un romanzo-psicodramma nel quale sei personaggi rincorrono la propria identità passando attraverso i falsi miti degli anni Settanta.

Insieme a lei il 12 luglio ritroveremo nello stabilimento più famoso della Maremma Silvia Ronchey, storica bizantinista, giornalista, scrittrice, autrice e conduttrice di programmi televisivi e Beppe Scaraffia, docente all’Università la Sapienza di Roma, cultore della ricerca sui grandi miti ottocenteschi.
Scandirà i tempi dell’evento la lettura dei tratti salienti del libro ad opera della bravissima Elisabetta Pellini.

Per l’evento si sono mobilitati protagonisti del cinema e della televisione, della letteratura.
 
L’iniziativa è organizzata  dalla Fondazione Epoké con il patrocinio e la collaborazione organizzativa del Comune di Capalbio e con il patrocinio della Provincia di Grosseto.

Appuntamento:
12/07/2008 Ultima Spiaggia – località Chiarone
Eliana Miglio presenta “La grande invasione delle rane”
Intervengono: Silvia Ronchey e Beppe Scaraffia.
Letture di Elisabetta Pellini




Capalbio - Ultima spiaggia
2008-07-12 19:30:39



Don Matteo
2008-03-20 21:10:00



Shopping da Star
2007-11-28 11:49:07




Premio Afrodite
2007-03-29 14:18:17



LA7 - 2' UN LIBRO
2007-03-27 09:20:00



Mondadori - Bologna
2007-03-21 18:00:00



FNAC - Genova
2007-03-06 18:00:00



Il Balcone - TSI
2007-02-18 22:30:00
Ecco il link per vedere il video dell'intervista


Libreria del Corso - Varese
2007-01-27 18:30:00



Biblioteca di Luino
2007-01-20 17:30:00



Libreria Feltrinelli
2007-01-18 18:00:00



Dire, fare, baciare - Radio 101
2007-01-17 22:30:14



Radio Popolare - Zoe
2007-01-17 11:30:00



Quelli che il calcio
2007-01-07 15:48:28



Caff Fandango
2006-12-21 19:00:00
Interviene
Giuseppe Scaraffia
Letture di:
Giulia Andò
Eugenia Costantini

Scarica l'invito

Agnese da grande vuole fare l'avvocato. Lo dice con aria di sfida, guardando dritto negli occhi. Non si vergogna. È decisa, sicura di sé, anche se ha appena dieci anni. Anna, sua sorella, le invidia questa forza. Chiusa nell'instabile mondo che si è costruita, vede le cose attraverso una lente appannata che distorce e sfuma. È istinto, emozione allo stato puro. Ha talmente tanta voglia di andare, di fare, che quando la febbre dell'entusiasmo finisce una strana pigrizia l'assale. Di giorno si allena a restare in apnea, a concentrarsi sulla respirazione fino a perdere coscienza, per esorcizzare quella paura che le fa battere i denti e sentire freddo dentro. La madre, donna altera, taglia le rose con la stessa sbadataggine con cui cura la propria depressione. Il padre, presente a intermittenza, coltiva un'ingombrante malinconia insieme alla passione malata per le rane. "Di tutti questi girini nello stagno pochi ce la faranno", dice, e sembra profetico. Sullo sfondo di una provincia assonnata che si risveglia sulle note di Le Freak degli Chic, con una scrittura fresca, effervescente, vibrante, si svolge un romanzo "a stazioni", uno psicodramma dal sapore giocosamente pirandelliano nel quale sei personaggi rincorrono la propria identità passando attraverso i falsi miti degli anni Settanta.


Eliana Miglio, cresciuta a Luino, è attrice. Ha lavorato con Lizzani, Scola, Risi, Avati, J. Jost. Questo è il suo primo romanzo.


Home    Biografia    Gallery    News    Blog    Rassegna Stampa    Contatti    Recensioni  
  Filmografia    Libri    Showreel